Sicurezza del lavoro


Obblighi Legge 626 Sicurezza sul lavoro

Per aderire, oltre che per richiedere ulteriori informazioni, gli uffici ASPAN sono a disposizione telefonando al n. 035-4241211 (Barbara Corti – Erika Pizzetti).

Servizio sicurezza sul lavoro

ASPAN, in collaborazione con S.P.I.L. sas, ha attivato uno specifico servizio di assistenza in materia di sicurezza sul lavoro secondo quanto previsto dal nuovo d.lgs. 81/2008.

Destinatari del servizio

Sono interessate tutte le imprese che occupano lavoratori dipendenti e le società i cui soci svolgono la loro attività in azienda (sono escluse solo le imprese individuali e familiari che non occupano dipendenti).

Obiettivi del servizio

L’obiettivo è mirato a costituire un rapporto di consulenza stabile, economicamente sostenibile e rispondente alla specificità di settore che, attraverso un percorso articolato su un periodo temporale di medio termine, accompagni le aziende associate ASPAN ad ottemperare alle norme e mettere in atto tutti gli interventi rivolti al miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute.

Caratteristiche del servizio

  • elaborazione del documento di valutazione dei rischi di cui all’art. 17, comma 1, lettera a) e art. 28 del D.Lgs. 81/2008 per la sede e le eventuali unità locali (negozi);
  • assunzione della Responsabilità del Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi (RSPP) da parte del Dr. Rinaldo Sarti (responsabile della società consulente);
  • n. 1 sopralluogo annuale presso ciascuna sede ed unità locale dell’Azienda;
  • n. 1 incontro di informazione/formazione annuale con i datori di lavoro delle aziende associate per l’illustrazione di documenti specifici e/o disposizioni legislative particolari;
  • predisposizione di procedure per l’assolvimento di obblighi specifici (donne in stato di gravidanza, minorenni);
  • consulenza telefonica in funzione di particolari esigenze che si dovessero manifestare per le singole aziende associate e aderenti alla Convenzione.

Vantaggi del servizio

  • nomina del RSPP esterno;
  • formazione del datore di lavoro con incontri informativi periodici;
  • elaborazione di un documento di valutazione dei rischi sempre aggiornato;
  • individuazione delle misure da mettere in atto per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e salute.

Torna

Medico competente

Il 30 aprile 2008 sulla G.U. n. 181 è stato pubblicato il D.Lgs. 81/2008 che introduce significative novità per gli obblighi in materia di tutela della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.
Tra questi vi è l’obbligo da parte dell’impresa di nominare e segnalare alle Autorità il Medico Competente.
Il servizio prestato da quest’ultimo consiste in tutto quanto previsto dalle vigenti leggi, e tra l’altro:

  • stesura del piano di sorveglianza sanitaria;
  • effettuazione delle visite periodiche di legge con espressione (nei casi previsti dalle norme vigenti) di un giudizio di idoneità alla mansione (idoneo; idoneo con limitazioni o prescrizione/i; non idoneo);
  • compilazione, per ogni lavoratore, delle cartelle sanitarie e di rischio.

Alla figura del Medico Competente vengono attribuiti nuovi obblighi rispetto a quelli previsti dal D.Lgs. 626/94 e precisamente:

  • partecipazione alla valutazione dei rischi;
  • obbligo frequenza percorsi formativi universitari e programma corsi educazione continua in medicina (E.C.M.) su base triennale almeno il 70% medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro;
  • iscrizione in apposito elenco costituito presso il Ministero Salute;
  • invio via telematica ad ASL relazione su visite (entro primo trimestre).

Torna