COVID-19 D.P.C.M. del 02/03/2021 e Ordinanza regionale Lombardia zona arancione rafforzata


Il DPCM del 2 marzo 2021, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021, conferma la divisione in zone e il divieto di spostarsi tra regioni fino al 27 marzo, salvo che per motivi di lavoro, salute o necessità.

Tra le novità contenute del DPCM si segnala:

 

-l’eliminazione in tutte le zone del divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi specializzati di commercio al dettaglio di bevande (sostanzialmente le enoteche);

– nelle  zone rosse la chiusura dei servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici;

– nelle zone gialle la possibilità per i musei di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato (dal 27/03 anche il sabato ed i festivi);

– nelle zone gialle possibilità di riaprire teatri e cinema dal 27/03 con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima (fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala);

– palestre, piscine e impianti sciistici restano chiusi.

 

E’ NOTIZIA DI OGGI CHE LA LOMBARDIA SARA’ IN ARANCIONE RAFFORZATO DA DOMANI VENERDI’ 5 MARZO A DOMENICA 14 MARZO 2021.

 

L’ordinanza di Regione Lombardia prevede la chiusura di tutte le scuole ad eccezione dei servizi per la prima infanzia (nidi e micronidi).

Con riferimento alle attività commerciali, l’ordinanza prevede inoltre che “l’accesso alle attività commerciali al dettaglio, al fine di limitare al massimo la concentrazione di persone, è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani”.

Gli uffici ASPAN sono a disposizione per ogni necessità al n. 035-424211 / 035-4241241.

DPCM 2 marzo 2021

ORDINANZA 714 del 4 marzo 2021