CORONAVIRUS – NUOVO DECRETO LEGGE


Il Consiglio dei Ministri ha approvato  un decreto legge che introduce ulteriori nuove disposizioni urgenti in materia di emergenza Covid-19.  Nell’attesa della pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale, il contenuto del decreto è stato reso noto attraverso un comunicato stampa.

Queste le novità previste che interessano le attività dei panifici:

– per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma;

– nei giorni 9 (sabato) e 10 (domenica) gennaio 2021, si applicano, su tutto il territorio nazionale, le misure previste per la cosiddetta “zona arancione” (articolo 2 del D.P.C.M.del 3 dicembre 2020) con negozi e panifici aperti, bar e ristoranti chiusi con sola possibilità di asporto fino alle ore 22.00 e consegne a domicilio senza vincolo di orario.         

Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

– nei giorni 7 (giovedì) e 8 (venerdì) gennaio 2021, essendo la Lombardia in “zona gialla”, negozi e panifici aperti mentre bar e ristoranti potranno restare aperti con servizio al tavolo fino alle ore 18,00, asporto fino alle ore 22.00 e consegne a domicilio senza vincolo di orario.

Il decreto legge rivede inoltre i criteri per l’individuazione degli scenari di rischio sulla base dei quali saranno applicate le misure previste per le zone “arancioni” e “rosse”, per cui a partire da lunedì 11 gennaio si vedrà in che zona verrà collocata la Lombardia.

Resta in vigore il “coprifuoco” dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo.